Tariffe TARI 2019 e “papocchio” delle Formule dei Costi

Sono anni ormai, sin dal 2013 con l’entrata in vigore della TARES (ora TARI), che ai Cittadini/Contribuenti delle Utenze Domestiche dei Rifiuti vengono addebitate Bollette di Pagamento, a dir poco “discriminatorie, se non fuori legge“, rispetto a quelle delle Utenze Non Domestiche o Commerciali.

Non entro nel merito se sia stata una scelta politica o meno, ma il fatto certo è che tale situazione nasce anche dal mancato rispetto di Norme, Linee Guida e Suggerimenti del DPR.158/1999 e del Ministero delle Finanze.

Sia inoltre ben chiaro che nessuno vuole “crucifiggere” il nuovo Funzionario Responsabile dei Tributi, che ha solo la colpa di aver “ereditato” la posizione scomoda e le “invenzioni da professore“, lasciategli in eredità dal suo predecessore, ora in servizio ancora per poco come Dirigente a Nettuno.

Quest’anno, invece, oltre a una generale Riduzione dei Costi e, per la prima volta, l’aderenza alle Norme della suddivisione dei Costi tra Utenze Domestiche e Non (70% e 30%), è successo qualcosa che va, invece, oltre ogni immaginazione, ma che, per un caso fortuito, un così “grave errore tecnico” per la prima volta va a favore del Contribuente e non danneggia il Gettito Comunale previsto.

E la cosa che fa più specie è il fatto che nessuno, Funzionari Pubblici, Assessori, Consiglieri e soprattutto Revisori dei Conti (pagati da noi!!) si sia accorto del “grave” errore, forse dovuto, voglio sperare, a distrazione e non incompetenza!!!

Ma, benché dell’errore ne avessi avuto il “sentore” già dai pochi Dati ricevuti da qualche membro della relativa Commissione Consiliare, avevo provveduto comunque ad avvertire i due Uffici Competenti di controllare, visto che le Delibere ancora non erano state approvate dal Consiglio Comunale. Per tutta risposta ne ricevevo una rassicurazione “piccata” circa la assoluta correttezza dei Dati prodotti dagli Uffici.

Questa forma di prosopopeica sicumera, unitamente alla mia certezza dell’errore riscontrato e che tra l’altro “favoriva” per una volta i Cittadini/Contribuenti, mi hanno convinto ad assumere per una volta un “atteggiamento omertoso“, pubblicando solo ora queste informazioni dopo aver aspettato la pubblicazione delle Delibere del Consiglio Comunale sull’Albo Pretorio.

Ora, per entrare subito al centro del problema e capire, basta leggere la Delibera del Piano Finanziario TARI qui, dove tutto questo impiccio nasce per l’aggiunta di una nuova pagina, e precisamente la Pagina 7 (qui di seguito allegata), che voleva rappresentare il Sommario della Ripartizione dei Costi Fissi e Variabili dei Rifiuti, relativi alla Formula Ufficiale riportata sulla pagina 8 successiva della stessa Delibera:

FORMULE RIPARTIZIONE COSTI TARI 2019.jpg

L’idea era buona e avrebbe aiutato tutti a conoscere in una sola pagina i Dettagli e il Totale del Piano, ma, in particolar modo, avrebbe consentito all’ Ufficio Tributi solo di copiare i Costi necessari per la Determinazione delle Tariffe TARI 2019. RIPARTIZIONE COSTI TARI 2019.jpg

Cosa che poi effettivamente è accaduto!!

DELIBERA TARI.jpg

Purtroppo il Responsabile Tributi, fidandosi del collega dell’Ambiente, non si è accorto che, mentre il Valore di ciascun Costo era corretto, i relativi Fattori riportati su quella pagina non erano assolutamente raggruppati secondo le Norme e le Linee Guida MEF e che quindi la pagina avrebbe dovuto riportare i Fattori e i Costi, come qui appresso raggruppati : RIPARTIZIONE COSTI TARI 2019_1.jpg

Da qui i Totali Parziali dei Costi diversi e quindi le Tariffe errate, completate da altri errori evidenziati più su.

Quindi le Tariffe TARI 2019 (Delibera) vengono erroneamente deliberate come segue:

tariffe delibera

Mentre le Tariffe con i Totali Parziali corretti avrebbero dovuto essere queste altre:

tariffe corrette

Con questi esempi riportati, poi, si ha una chiara idea del raddoppio o triplo aumento delle Tariffe a Mq. e della Diminuzione delle Tariffe dei Componenti (in giallo il Calcolo con i Valori dei Costi Corretti).

esempiSi risparmierà, ma chi più e chi meno?!?

Infine per chi lo richiede, è disponibile “gratis” un Calcolatore in Excel con il contemporaneo Calcolo della Doppia Tariffa, che vi consentirebbe di divertirvi per sapere quanto pagherete o avreste dovuto pagare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...