TARIFFE TARI 2018……..SOLITA INCOMPETENZA E FREGATURA!!

Leggevo su alcuni giornali locali della lettera scritta al Papa dalla Consigliera Giometti sulle “buche stradali” di Anzio, ma nessuno si è accorto o abbia messo in evidenza che nel pomeriggio di Venerdì Santo, 31 Marzo, sono apparse (pubblicate), dopo ben 2 Mesi le Delibere del Consiglio Comunale sia del Piano Finanziario che delle Tariffe della TARI 2018 (Rifiuti).

Sembra che tale abnorme ritardo della pubblicazione sia stato dovuto alla improvvisa morte del Presidente del Consiglio Comunale che non avrebbe fatto in tempo a firmarle………, ma il mio sospetto è che il prolungarsi sia servito quale ottima giustificazione per poter ritardare la sottomissione del Bilancio dovuto entro la fine Mese di Marzo.

Ad ogni modo ritornando all’argomento, cercherò di spiegare in breve ed in modo semplice il perché nel titolo di “Incompetenza e Fregatura“.

  • Incompetenza: Non mi riferisco agli Amministratori Politici (conosciamo bene il loro livello culturale e soprattutto il loro ruolo più che interessato), ma mi riferisco al Dirigente dell’Area Finanziaria (un avvocato), al suo Funzionario Responsabile ai Tributi (un sociologo) ed infine ai Revisori Contabili. Perciò, come si può facilmente intuire, non abbiamo certo a disposizione il massimo della competenza matematico/Finanziaria, ma, a questo punto, sorge anche il dubbio sulle loro competenze normative!! Perché si stenta a capire come mai nessuno si renda conto che, da almeno 6 Anni, cioè dal 2013, si continua imperterriti a “trasgredire” e a non rispettare Regole, Norme e Suggerimenti del DPR. 158/99. Quindi senza andare in tutti i dettagli, ne segnalo 2 per tutti, che brillano per la loro mancanza sulla stessa DeliberaTARIFFE DELIBERA
  • L’assenza di una Relazione Tecnica che spieghi Norma e Metodologia usata per la suddivisione dei Costi Fissi e Variabili tra Utenze Domestiche e Non Domestiche;
  • Presenza solo di un Valore “copiato per anni” dei Rifiuti prodotti dalle Utenze Domestiche senza mai specificarne la provenienza e come sia stato ottenuto.TARI 2016Ed è proprio questo Valore (Kg. 27.929.783) che rappresenta la
  • Fregatura: cioè ben 610.180,185 Euro in più sulle Bollette delle Utenze Domestiche (Famiglie), mentre per le Utenze Non Domestiche (Commerciali), oltre alle tante Riduzioni, si continua anche per questo Anno a concedere uno Sconto Medio del 22% rispetto all’anno scorso!! TARIFFE NON DOMESTICHE

Basta usare il Calcolatore delle Tariffe Rifiuti, messo a disposizione da anni dal Ministero delle Finanze, per rendersi conto che la famosa suddivisione dei Costi del 75% e 25%, messa in campo da D’Aprano dopo il 2008, viene fuori da un “Valore Inventato ad capocchiam“, mentre invece la Norma lo fa provenire da una Formula ben precisa, soprattutto quando si ha a disposizione solo il Dato Totale di Produzione Rifiuti. E qui di seguito si può vedere chiaramente il Calcolo basato sui Dati reali

TARIFFE CALCOLO FINANZE

Da ciò se ne deduce, quindi, che la Percentuale di Suddivisione dei Costi Corretta doveva essere 70,19% per le Utenze Domestiche e 29,81% per le Utenze Non Domestiche/Commerciali. Per cui qui sotto si hanno alcuni esempi pratici di possibili risparmi che si sarebbero potuto avere sulle Bollette dei Rifiuti senza questo ulteriore e annoso “Aumento Fregatura” !!

DIFFERENZE TARIFFE

Eppure fino al 2009 la Percentuale di suddivisione tra Costi Fissi e Variabili Domestici e Non Domestici era stata sempre mantenuta a 40% per i Domestici e 60% per i Non Domestici, come ben si può vedere dalla Tabella allegata:

Percentuali_Valori_Piani_Finanziari_2005_2015

Eppure i Revisori dei Conti hanno dato la loro Approvazione e si sono preoccupati (guarda caso!!) solo di segnalare alcuni Parametri applicati del DPR. 158/99 troppo alti per Banche, Studi, Uffici, ecc. e suggerire di abbassarli, ma non si sono affatto accorti (guarda un po’!!!) delle Percentuali “fasulle” di Suddivisione Costi attribuite alle Utenze Domestiche.

PARERE REVISORI TARI 2018

Infine credo che anche questa volta purtroppo, la mia sarà stata una analisi sprecata e nessuno, Assessori, Consiglieri, Partiti, Movimenti, Associazioni, ecc. se ne farà carico, mentre come al solito i Cittadini forse la leggeranno, forse esprimeranno inizialmente qualche commento arrabbiato, ma continueranno con indifferenza come al solito a pagare (sempre che lo fanno)!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...