Un Consiglio…………

Domani 3 Giugno 2016 alle ore 16,30 si terrà un altro Consiglio Comunale, dove si discuterà e si dovrà approvare il Rendiconto dell’Esercizio 2015 e subito dopo si dovrebbe approvare un Regolamento per applicare misure urgentiper il recupero dei Tributi.

Ora, non voglio e non oso immaginare chi abbia potuto chiedere di aggiungere quest’ultimo punto e soprattutto chi sia stato l’Autore di un tale Regolamento (verrà presto fuori….!!)…….., ma solo il titolo dell’argomento mi porta immediatamente a commentare e, forse, non tanto simpaticamente.

Innanzitutto chiederei al Presidente del Consiglio Comunale, così adirato ed offeso per il termine “sgarrupato“, usato mesi fa dal giornalista Giovanni Del Giaccio nell’ambito di un suo articolo sul Consiglio Comunale, come può solo pensare di gestire e far passare un tale Regolamento, ma soprattutto farlo accettare dai Contribuenti, dal momento che ha fatto passare mesi e mesi e ancora siamo “in alto mare” (anzi non se ne parla proprio più!!) in attesa delle delucidazioni e i chiarimenti promessi da lui e dal Segretario Generale (ormai….volato alla Pisana…) circa la reale posizione proprio di quel buon numero di Consiglierimorosi“.LETTERA AI CONSIGLIERI TRIBUTI EVASI.jpg

Perciò sarebbe forse il caso che prima il Presidente risolvesse o sciogliesse questo nodo, certo non compatibile con la funzione dei nomi coinvolti, e solo dopo pensare di applicare “misure urgenti” per gli altri (cioè di evitare fortemente di usare la tecnica del detto napoletano, parlando dei preti: “fa’ chell che ddich’ io e non ffa’ chell che facc’io“!!

In secondo luogo mi rivolgerei a tutta l’Assise Consiliare, a cui chiederei con quale serenità d’animo pensa di affrontare una simile discussione, visto che ha lasciato passare e approvare almeno gli ultimi 3 Rendiconti, dove apparivano chiare ed evidenti le “Percentuali ridicole” delle Riscossioni nell’area dei Rifiuti (dal 40,47% al 56,27%),ANZIO_RENDICONTO_2013_2014_2015mentre non si è chiesta come mai fossero presenti invece “Percentuali bulgare” (76,90% all’87,80%) nelle Riscossioni della cosiddetta ICI (IMU, TASI, ecc.), dove la spiegazione, semplice e chiarissima, è data dal seguente allegato, dove appare evidente che il Responsabile Tributi e tutto il suo Ufficio lavorano veramente sodo, sapendo di essere profumatamente “incentivati“.INCENTIVO_ICI_2012_2015

E ancora……..la stessa Assise Consiliare dovrebbe quantomeno fare una riflessione sull’aver permesso e poi approvato che sempre il Responsabile dell’ Ufficio Tributi, contrariamente alle indicazioni dell’ Art. 4 del D.P.R. 158/1999, che recita testualmente:

Art. 4 – La tariffa determinata ai sensi dell’Art. 3 è articolata nelle fasce di utenza domestica e non domestica. l’Ente Locale ripartisce tra le due categorie l’insieme dei costi da coprire attraverso la tariffa secondo criteri razionali, assicurando l’agevolazione per le Utenze Domestiche.

emettesse dal 2010 ad oggi Tariffe Rifiuti, basate su Percentuali dei Costi di Piani Finanziari, infarciti da sempre di iperboliche cifre non dovute, che da un lato hanno “tartassato” costantemente con un peso del 75% le Utenze Domestiche (le Famiglie), mentre dall’altro lato hanno “favorito indecorosamente e spudoratamente” con solo un 25%  le Utenze Non Domestiche (quelle Commerciali). Insomma con un rapporto di in percentuale di 3 a 1 !!

Percentuali_Valori_Piani_Finanziari_2010_2015 Inoltre, mentre le Tariffe delle Utenze Domestiche o di Famiglie hanno continuato ad “aumentare“, dove l’apice è stato lo “sconsiderato e cervellotico picco“, creato nel 2014 per far quadrare il Totale ad Piano Finanziario, anch’esso più che “cervellotico”,TARIFFE_UTENZE_DOMESTICHE_2012_2016.jpgquelle riferite alle Non Domestiche o Commerciali invece hanno di contro continuato ad essere costantemente premiate, non solo facendo pagare appena 1/3 dell’intero Costo del Piano Finanziario, ma anche e soprattutto di essere “costantemente diminuite” anno dopo anno!!  Due esempi per tutti:

DIFFERENZE_TARI_NON_DOMESTICA_2014_vs_2015.jpg

DIFFERENZE_TARI_2015_2016_NON_DOMESTICHE

Infine, sento il dovere di far osservare ai signori Consiglieri di non dare l’impressione di assistere quasi con distacco, ma di reagire con la dovuta forza allo scempio di una Gestione Rifiuti fallimentare” ed a maggior ragione di una Differenziata costosa e disorganizzata.

Di non permettere di dare sempre e solo colpa alla inciviltà delle persone oppure ai “villeggianti”, che pure dovrebbero rappresentare una risorsa per la città, ma di rendersi conto che il fallimento è nato e continua solo per una evidente incapacità di non sapere gestire l’Ambiente locale sia dal punto di vista tecnico che pratico-organizzativo.

Anche perché questo “fallimento gestionale” è costato a noi Contribuenti dal 2013 ad oggi la bellezza di oltre 55 Milioni di Euro (quasi 107 Miliardi di vecchie Lire!!), di cui solo l’Utenza Domestica (le Famiglie) ne ha dovuto sborsare ben  35.005.795,27 Euro (pari a quasi 62 Miliardi di vecchie Lire). Stiamo parlando di un “truogolo d’oro” affollato di tantissimi ospiti!!

Ora con tutta questa montagna di soldi da pagare in un momento così difficile per l’Economia Italiana, vorrei domandare agli egregi Consiglieri, se qualcuno di loro  ha mai visto o sentito mai proporre da parte dell’Amministrazione Comunale, o da parte dell’Ufficio Ambiente oppure quello dei Tributi di azioni mirate ad evitare di mettere in condizione i Contribuenti a diventare “zozzoni ed evasori“…………

Basta verificare…….Parecchie Amministrazioni Comunali l’hanno fatto e continuano a farlo, invogliando i propri Cittadini, anche con azioni di contrasto, a differenziare meglio e soprattutto aiutandoli in qualche modo a pagare Tasse e Tributi, risolvendo per loro evasione e morosità e per le Famiglie le difficoltà e il problema che già hanno ad “accocchiare” un pranzo ed una cena.

Si potrebbe per prima cosa evitare di accumulare nello stesso mese i pagamenti di tasse e tributi vari, quali IMU, TARI, Mense e Trasporto Scolastico;

Si potrebbe anche pensare di consentire ed autorizzare di rateizzare e diluire i pagamenti in 3/4 Rate e contemporaneamente pubblicizzare e far conoscere maggiormente le opportunità che dà al Cittadino l’Uso del Ravvedimento Operoso ,  previsto dalla Normativa vigente.

Se una cosa del genere è stata decisa già da qualche anno dal Governo Nazionale tramite la sua Agenzia delle Entrate (che ora ne ha allungato i tempi, diminuendone mora ed interessi!!), non si capisce, o forse si capisce benissimo il perché, non possa farlo una Amministrazione Comunale !!

Nooo, ma niente affatto…….Anzi, cosa pensa di fare questa Amministrazione ?!?

Anzicchè cacciare o mettere da parte qualche Funzionario non capace e poco responsabile“, da classico “padre padrone” colui che ha proposto il punto 4 pensa bene di far approvare al Consiglio Comunale un Regolamento con “misure urgenti” per il Recupero dei Tributi, naturalmente tutto diretto nei confronti degli altri, cioè del Contribuente !!!

Viva l’Italia!!!

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...