Il “Papocchio” delle Bollette della Mensa Scolastica

 

E domani è il 31 Marzo e bisognerà pagare la Rata del Bollettino Mensa che doveva essere applicata solo ai Nuovi Utenti del Servizio (cfr. Comunicato Assessore Nolfi !!)

Infatti, dopo aver aspettato ben sette mesi dall’inizio dell’Anno Scolastico, il Responsabile della Pubblica Istruzione finalmente si è deciso, per il secondo anno consecutivo, a far calcolare le Rate della Mensa Scolastica nel semplicistico modo di moltiplicare il Costo Unitario del Pasto per i Giorni di Lezione indicati nel Calendario Regionale 2015-2016 e naturalmente senza tener conto degli eventuali “pasti non usufruiti” dagli Alunni (ci sarà poi un Conguaglio, forse, alla fine dell’Anno Scolastico).

Un semplicissimo Calcolo Aritmetico, non trovate?!?

 Eppure il nostro “Mago” è riuscito ancora una volta a sorprendere l’Utenza combinando insieme alla sua fidata “Assistente” il solito “papocchio”!!

Ma quello che risulta ancora più “inspiegabile e poco corretto” ai fini del possibile calcolo di controllo da parte della Utenza e quindi della Trasparenza è la Totale Mancanza sugli Avvisi di Pagamento dei Giorni/Pasti usati per il Calcolo!!       

E non solo………. ma è riuscito addirittura a contraddire quello che forse lui stesso aveva indicato all’Assessore Nolfi di pubblicare nel Comunicato Ufficiale, apparso sul Sito Comunale e qui di seguito allegato.

COMUNICATO_NOLFI.jpgQui sotto trovate la ricostruzione di una Tabella Riassuntiva, tenendo conto del Calendario Scolastico Regionale e del Calendario Adattato Localmente dagli Istituti per l’Anno Scolastico 2015 – 2016, nonché dalle Indicazioni riportate sul Comunicato Ufficiale dell’Assessore alla Pubblica Istruzione.

COSTO_N°_PASTI_NOVEMBRE_MARZO_2015_2016.jpg

Ed ora cominciamo ad analizzare le “contraddizioni” messe in pratica dal nostro “Mago” rispetto al Comunicato:

  1. In realtà, dai documenti qui allegati, i “Giorni” serviti per il Calcolo della Rata della Mensa sono molto più “variegati” dei colori delle “Uova Pasquali” e solo in un paio di casi corrispondono a 90 giorni (N° Giorni Lezione del Calendario Locale usato da tutti i Comprensivi di Anzio per i mesi da Novembre 2015 a Marzo 2016).

Immagine2Calcolo Rata di Ottobre 2015: Importo € 53,34 diviso Costo Pasto € 2,54 uguale 21 giorni.

  1. La Rata di Ottobre 2015 è invece presente su tutta la Bollettazione all’Utenza (come si può vedere su tutti i documenti qui allegati), ma in più è anche “erroneamente calcolata” su 21 giorni, mentre il Mese di Ottobre ha 22 giorni lavorativi. Ricordando inoltre che la Refezione Scolastica è iniziata dal 5 Ottobre 2015, la Rata andava perciò calcolata su 20 giorni !!
  2. In realtà dai documenti qui di seguito allegati i “Giorni” serviti per il Calcolo della Rata della Mensa sono molto più “variegati” dei colori delle “Uova Pasqualie solo in un paio di casi corrispondono a 90 giorni (N° Giorni Lezione del Calendario Locale usato da tutti i Comprensivi di Anzio per i mesi da Novembre 2015 a Marzo 2016).

Immagine4Totale 3 Rate da Novembre a Marzo: Importo Totale € 228,60 diviso Costo Pasto € 2,54 è uguale a 90 gg.

3.  Da questo allegato in poi si assiste a tutto un “papocchio” di “Importi ballerini” che avrebbero bisogno di spiegazioni serie e attendibili di come siano stati effettuati i calcoli. (Da notare che l’allegato che segue si riferisce alla sorella dell’alunna dell’allegato precedente).

COFINI_2Totale 3 Rate da Novembre a Marzo: Importo Totale € 205,74 diviso Costo Pasto € 2,54 è uguale a 81 gg.

4.  Ecco un ulteriore Esempio:

AMICA MONICA_1.jpgTotale 3 Rate da Novembre a Marzo: Importo Totale € 185,42 diviso Costo Pasto € 2,54 è uguale a 73 gg.

5.  Ancora un altro Esempio:

DEL GIACCIO_1Totale 3 Rate da Novembre a Marzo: Importo Totale € 223,52 diviso Costo Pasto € 2,54 è uguale a 88 gg.

Arrivati a questo punto sorge una domanda spontanea: Ci si può chiarire quale Tipo di Calendario è stato usato per il Calcolo?!?  Quello Romano, quello Ebraico, quello Giuliano oppure quello Gregoriano?!?  Mah…………..

6.  Infine quest’ultimo caso è invece il classico Esempio di “Due Pesi e Due Misure” e supera di gran lunga tutti gli altri……….…!! Infatti, mentre il nostro “Mago” Dr. Droghini può permettersi il lusso di ritardare per il secondo anno consecutivo la Emissione della Bollettazione della Mensa Scolastica di oltre 7 Mesi, guardate cosa capita se invece un Contribuente ritarda di qualche giorno…….……….MONICA_1Provo a spiegarlo: Questo Avviso di Pagamento si riferisce alle Rate di 2 fratellini, per i quali, in base al Nuovo Regolamento della Mensa, le Rate sono state calcolate per Intero senza poter usufruire della Agevolazione di Sconto del 10% in meno sul Costo del Pasto prevista per il Secondo Figlio.

Cosicchè si ha una Rata di Ottobre 2015 uguale a € 106,88 anziché € 101,35; mentre il Totale delle altre 3 Rate uguale a € 457,20 anziché € 423,77).

E tutto ciò solo perché la Famiglia, avendo pagato in ritardo di qualche giorno la Quota dell’anno precedente, risultava ad Ottobre 2015………“morosa !!

Da quanto emerso appena sopra, non trovate che il nostro “Mago” Dr. Droghini è un Funzionario oltre che “preciso” e anche “rispettoso” delle regole………(per gli altri!!) ?!?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...